martedì 7 agosto 2012

Little Miss Sunshine

Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris
Origine: Usa
Anno: 2006
Durata: 101'




La trama (con parole mie): Olive Hoover è una bambina appassionatasi ai concorsi di bellezza dopo un soggiorno dalle cugine, piccola protagonista di una famiglia a dir poco curiosa. Richard, suo padre, lavora ad un programma motivazionale in nove passi in cerca del successo, vessando la sua famiglia più di quanto sarà mai possibile con un pubblico. Sheryl, sua madre, sacrifica ogni giorno se stessa per tenere sulle spalle il peso delle responsabilità e di tutti loro. Il nonno, scopertosi eroinomane a settant'anni suonati, è il suo mentore per quanto riguarda la danza. Il fratellastro Dwayne, in silenzio da mesi a seguito di un voto pronunciato in nome di Nietszche e della carriera che vorrebbe come pilota d'aeronautica, odia il mondo. Lo zio Frank, invece, ha appena tentato il suicidio perchè privato del titolo di migliore studioso statunitense di Proust dal rivale letterario che gli ha portato via l'uomo della sua vita.
Insieme partono alla volta della California per il concorso di Little Miss Sunshine.
Sarà il viaggio più incredibile delle loro vite.





Ci sono film che ho da sempre considerato oggettivamente Capolavori.
Ed altri che, a prescindere dal loro valore artistico ed effettivo, sono andati oltre lo schermo e divenuti parte integrante della mia vita: Gli spietati, Il grande Lebowski, Barry Lyndon, Hong Kong Express e, ovviamente, Little Miss Sunshine.
Potrei, in effetti, mettendomi la maschera del blogger recensore, parlare di un film Sundance style privo della spocchia dell'autorialità e costruito sulla sincerità di ogni suo personaggio, diretto con tocco leggero ed interpretato alla grande da un cast a dir poco perfetto - a cominciare dalla fenomenale mini-protagonista Abigail Breslin -, scritto magnificamente in modo da raggiungere ogni possibile fetta di pubblico - e non in senso negativo o buonista -.
Ma sinceramente, non mi frega nulla.
Mi piace invece ricordare il periodo in cui uscì in sala, nel pieno del mio anno più selvaggio e di perdizione, quando lo vidi per la prima volta sul finire dell'inverno, con un desiderio di primavera che quasi mi sfondava il cuore, rimanendo folgorato da quella piccola, paffuta bambina all'inseguimento di un sogno: onestamente, ho sempre pensato e sognato di essere padre, un giorno o l'altro, e questa pellicola è stata la prima - paradossalmente in un momento della mia vita in cui andavo in una direzione a dir poco opposta - a farmi capire che un giorno ce l'avrei fatta.
In quel periodo - forse il migliore degli ultimi anni, lavorativamente parlando - conobbi Julez, e da grandi amici quali diventammo da subito, le propinai ovviamente Little Miss Sunshine, divenuto un cult istantaneo in casa Ford, e giungemmo alla conclusione che, se nessuno ci si fosse presi, un giorno o l'altro ci saremmo regalati l'un l'altra una piccola Olive da crescere.
Guardando le cose con il senno di poi, ho dunque qualche motivo in più per amare un film meraviglioso come questo.
Ogni volta che me lo concedo, mi pare quasi di osservare una parte di specchio in ognuno dei personaggi: di vedere la determinazione di Richard - pur se male espressa -, la forza di Sheryl - magnifico il suo confronto con il marito da una parte all'altra dell'abitacolo del mitico furgone Volkswagen giallo -, la voglia di insegnare di Frank - come giustamente affermano i registi, il vero ponte tra il pubblico ed i protagonisti -, la volontà e la rabbia di Dwayne - che sarebbe un perfetto bottigliatore -, me stesso da vecchio - con l'alcool a sostituire l'eroina - nel nonno, un fordiano fatto e finito.
E poi, Olive.
Olive che sogna in un mondo di bambine rese mostruose dalla filosofia dei concorsi di bellezza fatti di trucchi, abbronzature e denti finti, di stupire con un ballo elaborato dal geniale grandpa la giuria di una gara che non potrebbe essere più distante da lei, dalla sua bellezza e dalla sua genuina semplicità.
Olive che non vede l'ora di mangiare le sue cialde "a la mode", che tiene le cuffie nel corso del viaggio per imparare il numero al meglio, che chiede al nonno se è una perdente perchè suo padre odia i perdenti, in una delle sequenze più potenti che il Cinema indipendente americano abbia regalato al pubblico negli ultimi dieci anni.
Olive che, con passo incerto, scende una collinetta per "andare a parlare" al fratello "muto" così da consolarlo dal trauma di una scoperta che lo porterà lontano dal suo sogno.
Olive che non dice nulla, e lo abbraccia soltanto.
E non c'è bisogno di più.
Perchè chiunque fosse stato seduto al posto di Dwayne non avrebbe avuto possibilità di rispondere altro se non "va bene".
Olive che balla. E non sarà mai sola.
Non dico nulla, perchè non ce n'è bisogno.
Basta lasciarsi travolgere da ogni singolo momento di questa piccola meraviglia.
E rimanere a bocca aperta, e sognare, con tutte le imperfezioni possibili, che un giorno la propria famiglia possa stare su un palco allo stesso modo degli Hoover.
E se mi immagino arrabbiato, spesso e volentieri ubriaco, guardingo e selvaggio come allora, seduto sul ciglio di una strada, so che non avrei armi sentendo avvicinarsi Olive, con il suo braccio attorno alla mia spalla e la testa appena appoggiata.
E so anche cosa le direi.
"Va bene, Olive. Sono pronto a diventare padre."


Tutto questo, oltre che per parlare di un film, anche per raccontare della vita che si mescola alle immagini e alle parole.
Tutto questo per dirvi, con tutta la felicità possibile, che tra qualche mese ci sarà un altro - o un'altra - Ford in giro in questo strano, grande mondo.


MrFord


"That girl is pretty wild now 
the girl's a super freak 
the kind of girl you read about 
in new-wave magazine 
that girl is pretty kinky 
the girl's a super freak
I really love to taste her 
every time we meet 
she's all right, she's all right 
that girl's all right with me, yeah 
she's a super freak, super freak."
Rick James - "Superfreak" -


78 commenti:

  1. evvedi!!! :D

    per voi:
    http://www.youtube.com/watch?v=_bqpvOJnT5s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre magici i Sigur Ros!
      Muchas gracias Ciku!

      Elimina
  2. lo vidi una volta e mi colpì molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me colpisce ogni volta. Film più che magico. :)

      Elimina
  3. Irriverent Escapade7 agosto 2012 08:13

    FELICITAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Che bel.modo di annunciare l'arrivo!

    Adesso brindo ( col succo di arancia della colazione) a Julez e te....del film ( must anche per me) ne te ne parlo poi, adesso sino troppo contenta:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorella, si è molto felici anche qui in casa Ford.
      Festeggia a manetta con il succo d'arancia, e più tardi parliamo anche del film - bellissimo -.

      Elimina
    2. Irriverent Escapade7 agosto 2012 09:54

      PS. In quanto Sorella adottiva mi autonomino zia!!!!!!!

      Elimina
  4. Che filmone. Più horror questo, di mille altri "veri horror" :)
    Olive è il top... e il nonno!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonostante l'aspetto spaventoso del concorso, io non riesco a vedere altro che la bellezza di quella assurda famiglia.
      Nonno mitico. Olive di più. :)

      Elimina
  5. Little Miss Sundance: così l'ho ribattezzato perchè quando penso a un film Sundance( e a me piace quello stile) penso a questo. Un caleidoscopio horror della profonda provincia americana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, questo film è come dovrebbe essere il Sundance sempre.
      E spero, in caso fosse femmina, di ballare anche io in modo improponibile, prima o poi, con la mia piccola Olive.

      Elimina
    2. ah poi che sciagurato che sono! felicitazioni per il nuovo arrivo:il piccolo o la piccola Ford che arriverà tra qualche mese ti cambierà la vita in e ti assicuro che non è solo un modo di dire. E te la cambierà in meglio! Io quando vedo i miei che allegramente fanno chiasso su e giù per la casa penso sempre a quanto sarebbe stata vuota la mia vita senza di loro....

      Elimina
    3. Bradipo, sono sicuro che la nostra vita verrà cambiata, e in meglio, da questo avvenimento.
      E sono curioso di scoprire come. :)

      Elimina
  6. che bello... dalle bottigliate ai biberon :))) sono contento!
    brindo anche io alla famiglia Ford, con latte e biscotti, che mi sembra adatto all'occasione, ma soprattutto perché sono appena le 10 ;)

    (il film è un gioiellino prezioso assai!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jay, mi sembra un brindisi giusto. In fondo, anche al saloon fino a una certa ora non entrano alcolici! ;)

      Il film è fantastico, niente da dire. :)

      Elimina
    2. l'immagine di valutazione dei film saranno dei bibe, allora?

      Elimina
    3. Credo resteranno i bicchieri, almeno fino a quando il nuovo o la nuova Ford prenderanno possesso del blog. ;)

      Elimina
  7. Irriverent Escapade7 agosto 2012 10:09

    Aaaaah arrivo anch'io...
    Little Miss Sunshine trova posto accanto a The big Chill, Il grande Lebowsky, i Blues Brothers e Marrachech Express.
    Detto questo credo che, chiunque, vedendo questo film abbia auspicato di diventare genitore di una piccola Olive. Quando il film uscì nelle sale, la piccola Belva era, appunto, troppo piccola (ma già abbastanza Belva). All'età di quattro anni riuscì ad "estorcerci" la visione di Little Miss Sunshine...Ancora oggi (beh, sono passati solo tre anni) quando si descrive, lei dice di assomigliare al papà ma di essere simpatica ...come la bambina dal costumino rosso!!! (da questo punto di vista, cara Julez, ti augurerei un bel maschietto).
    Bando ai ricordi. Sono perfettamente d'accordo con Bradipo quando dice che questo film è Sundance. Vero, senza fronzoli, di una "crudeltà" folle ma anche capace di momenti teneri (l'abbraccio). Olive strepitosa....ma il nonno è un vero mito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorella, questo è anche uno dei miei film del cuore, senza se e senza ma. Sundance nella migliore accezione, divertente e malinconico, e cult dall'inizio alla fine.
      Staremo a vedere se sarà una Olive oppure un Dwayne. In ogni caso, spero ci divertiremo ad imparare insieme ad essere genitori e figli. :)

      Elimina
    2. Irriverent Escapade7 agosto 2012 14:50

      Da Old Sista ti confido un segreto: i nani te li consegnano senza libretto di istruzioni, ergo, il "divertimento" e' assicurato;-)

      Elimina
    3. Parole sante.
      Non mi resta che attendere fiducioso il divertimento, dunque! :)

      Elimina
  8. ti passo questo post riciclato (mi sembra che l'avevi postato già qualche mese fa con più o meno le stesse parole...) giusto per l'annuncio della lieta (?) notizia.
    ancora congratulations, e faccio che consigliare a te e a julez la visione di travolti dalla cicogna, così saprete ciò che vi aspetta nei prossimi mesi ahahah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cannibale, mi sa che stai perdendo colpi! :)
      In realtà l'ho scritto mesi fa, quando abbiamo scoperto noi il futuro evento, ma non l'ho mai postato!
      Travolti dalla cicogna lo vedrò appena riuscirò a recuperarlo, e intanto sappi che preparerò il piccolo o la piccola Ford a combatterti già dai suoi primi giorni! Ahahahahaah!

      Elimina
  9. ma ma ma ma...congratulazioni!con questo post sei riuscito a commuovermi!!!!!!FELICITAZIONI DI TUTTO CUORE, davvero!
    parlando del film...credo che tu abbia detto già tutto. Chi non lo ha amato? E chi non vorrebbe una piccola Olive???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias, Laura!
      Giorni di festeggiamento, al saloon: e non c'era modo migliore che non ricordare questo piccolo, grande film!

      Elimina
  10. Capolavoro! Adoro questo film!!! Bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias, Alfonso. E non c'è dubbio: questo film è un gioiellino!

      Elimina
  11. Che bel post, mi è scesa la lacrimuccia!!! Little miss sunshine è uno dei miei film preferiti, grazie per avermi fatto venire una voglia matta di rivederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento che il post ti abbia fatto venire voglia di rivederlo: con film come questo, è sempre una cosa buona!

      Elimina
  12. Questo film è delizioso. Non c'è altro da aggiungere, hai scritto tutto tu :)
    e poi..è in arrivo un'altra/o little miss/mister sunshine...questa si che è la bellezza della vita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rose, dici bene: è proprio la bellezza della vita.
      E direi che il saloon è proprio pronto ad avere un/a nuovo/a - e il/la più importante - occupante. :)

      Elimina
  13. Da mamma di due bambini e da disperata sognatrice cinefila che tenta di mescolare l'avventura più grande di tutta una vita con una passione a far da cornice, ti dico che questa è una delle recensioni più belle che mi sia capitato di leggere. Io ti consiglio di vedere Che cosa aspettarsi quando si aspetta...;-) Augurissimi e vedrai quale gioia sarà sedersi sul divano la sera con tuo figlio che ti dice Mamma/Papà, vediamo Monsters & Co.? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, muchas gracias per i complimenti alla recensione! :)
      Quando la vita vissuta si mescola alla passione per il Cinema scriverne è un piacere sicuramente più grande.
      Per il resto, mi sa che sarò io a dire a mio/a figlio/a "guardiamo Monsters&Co!" - un Capolavoro, peraltro -. :)

      Elimina
  14. e bravo Ford, congratulazioni! :D
    e grande film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias, Vincent.
      E grande film davvero.

      Elimina
  15. che bella notizia Ford, congratulazioni! Il film è un capolavoro, Olive è un tesoro e spero che anche tuo figlio/a lo sia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Margherita, speriamo anche noi: ma anche se fosse un/una casinista irrimediabile, l'importante sarà sempre che stia bene e sia il più possibile felice.
      Detto questo, film MITICO.

      Elimina
  16. Ora che ci ripenso, l'ultima volta che ci siamo visti avevo notato che avevi preso qualche chilo di troppo... Avrei dovuto capirlo che eri incinto! :)
    Te l'ho già detto ieri e te lo ridico oggi: alla tua progenie serve un mentore, mi candido io in quel ruolo, altro che un vecchio cowboy che lancia tappi nelle botti di jack daniels come te! :D
    Complimenti ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro la/il mia/mio erede verrà tenuto ben lontano da un individuo della tua risma! Ahahahahahha!
      Muchas gracias, e vediamo di festeggiare a dovere appena ti decidi a tornare, razza di squilibrato!

      Elimina
  17. Un bicchiere in più lo avrei dato.Per la musica dei Devotchka, per l'immenso Alan Arkin e per alcune scene che sono un vero spasso.
    E venendo a cose ben più importanti, un caro augurio, un abbraccio virile e un sorsone di Jack per festeggiare la bellissima notizia ! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blackswan, il voto del cuore è oltre la scala dei bicchieri. Questo film, per me, è la primavera. :)

      Venendo a cose più importanti, ricambio il sorsone di Jack e l'abbraccio virile, e mi appresto ad iniziare questa nuova, incredibile avventura!

      Elimina
  18. film stupendo, sono dei personaggi totalmente sconclusionati in una trama geniale. il giudizio del proprio padre è una cosa che ti condiziona tutta l'esistenza, non ho visto nulla di più sconvolto di una donna che ha avuto un padre freddo e distante. tu sarai bravissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Josy, film a parte - ovviamente stupendo -, cercherò di essere sempre presente per il piccolo o la piccola Ford.
      In fondo, come dice anche Rocky al figlio, "averti è stato come nascere un'altra volta".
      Di sicuro, comunque, ce la metterò tutta. :)

      Elimina
  19. arrivo un pò tardi ma arrivo!
    che notizia grandiosa! e che film magico hai scelto per dircelo! uno dei miei preferiti!
    questa bimba è il sogno di tutti noi, mi sa. per lo meno, di noi pazzi disadattati!
    insomma, non so dirti quanto mi ha toccato questo post.
    chissà che emozione scriverlo, eh!
    un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pa, sono felice che il post sia riuscito a trasmettere le emozioni provate in questo periodo in casa Ford.
      E sono stato felice di usare un film che mi ha sempre fatto sognare di essere padre, ovviamente da buon pazzo disadattato! :)

      Elimina
  20. Amo questo film.
    Just saying.

    RispondiElimina
  21. Mioddio. Mioddio.
    Quando il fordino è in circolo, se siete in vena, corro all'ospedale a vederlo. Se non siete in vena corro quando siete in vena.
    Millemila baci, soprattutto a lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Polly, quando il fordino farà irruzione nel mondo, saremo ben lieti di ricevere la vostra visita!
      Si potrebbe fare un bel festeggiamento!

      Elimina
  22. Ford!!!!
    spettacolo!!!
    ti passo body, tutine, seggiolini, scarpine.
    Vuoi l'Agata e l'Alice in conto visione, per avere un piccolo assaggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spettacolo sì, Suara! :)
      Quando sarà il momento, vedremo se chiedervi un qualche "cimelio" da riutilizzare: comunque muchas gracias in anticipo!
      Agata e Alice intanto aspetto di vederle insieme: domani sera a parte, occorrerà organizzare anche un incontro con bambini allegati! :)

      Elimina
    2. Irriverent Escapade8 agosto 2012 17:41

      Hey Bro, anch'io ho un bel mucchio di "attrezzatura"della Belva, praticamente mai usata. Quando sara` chiedi pure alla zia!!!

      Elimina
    3. Sarà fatto, e grazie anche a te! :)
      E ricordati che dobbiamo ancora organizzare il famoso aperitivo!

      Elimina
    4. Irriverent Escapade8 agosto 2012 19:07

      Acci hai ragione.Anche se adesso che sei incinto dovresti darti una regolata con l'alcool, ah ah ah ah.
      Adesso siamo in partenza per la campagna (dove si apre il guibileo della belva: 1 festa di compleanno con parenti vari. La seconda differita di un mese, con compagni e amici).
      A settembre, al rientro delle nostre vacanze e prima delle vostre?...così sapremo se sarà una Olive o un JeanClaude ;-)

      Elimina
    5. Alla questione alcool ci pensa Julez, quindi io sto in una botte di ferro. ;)
      Per il resto, vada per settembre: così, effettivamente, sapremo dirvi se sarà una Olive o uno Jean Claude!

      Elimina
  23. Ford, madò! A momenti mi perdevo il lieto annuncio. Congratulazioni. E mo? Mi diventi papiblogger?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias Gae! :)
      Non insidierei mai il tuo posto di papiblogger, quindi rimarrò sul Cinema, anche se sicuramente l'eco del o della fordino/a si farà sentire! ;)

      Elimina
  24. Grandissimo post per un grandissimo film, e bravo MrFord ;)

    RispondiElimina
  25. Un piccolo Ford! :D :D :D
    Dalle bottigliate ai pannolini, congratulations a mr e miss Ford!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E muchas gracias anche a te, Simone!
      Insegnerò alla piccola o al piccolo Ford come bottigliare fin dai primi giorni! ;)

      Elimina
    2. Mi sembri già un ottimo papà!

      Elimina
    3. Addirittura!? Grazie moltissimo! ;)

      Elimina
  26. ma pensa te!
    vi abbraccio tanto.

    vele.

    RispondiElimina
  27. Il film è bellissimo e la notizia anche. Quando arriva un bimbo è sempre una meraviglia. Ti leggo da tempo, finora ho fatto solo la lurker però. Confesso. :-) Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su tutto. Film e arrivo.
      Benvenuta tra i "parlanti", dunque.

      Elimina
  28. il mio piccolo riccardo,dall'alto dei suoi tredici mesi,spera sia una femmina e che sia appassionata di storie di sport,jason statham e jo nesbo(va bene anche lansdale!)...e poi si sa mai che da cosa nasca cosa...congrats!!!!
    little miss sunshine l'ho sempre percepito come il fratello gemello di juno,pellicola che ho altrettanto amato..ma qui anzichè la pur ottima page c'è un immenso paul dano(poi LEGGENDARIO ne il petroliere)
    massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimiliano, l'importante è che stia bene.
      Poi, maschio o femmina, non importerà. In ogni caso potrà godersi tutti i miei film, così come i libri e il sacco - che rimarrà nella cameretta -.
      Little Miss Sunshine una meraviglia, non poteva esserci altro film per annunciare la notizia.

      E chissà che tra una ventina d'anni io non mi ritrovi a proporre Nesbo al piccolo/piccola Ford. ;)

      Elimina
  29. Che brividi Ford. Congratulazioni!
    So già per certo che sarete due genitori fantastici!!

    E non potevi scegliere film più giusto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Rossana.
      Speriamo di fare il meglio possibile.
      In fondo, è il compito più bello e difficile che esista! :)

      Elimina
  30. Film indimenticabile a parte, Ford, durante la mia assenza da blogger mi era sfuggito questo meraviglioso "particolare" della bella notizia in casa Ford.
    Al vostro "film" va il massimo dei voti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coffee, muchas gracias!
      Vedremo di vivercelo a fondo ogni giorno! :)

      Elimina
  31. Anvedi come te l'ho sgamato il Post!! Mea culpa, m'era sfuggito !! Il film non l'ho visto, ma l'hai raccontato meravigliosamente, si vede che eri particolarmente ispirato. Auguriiii, è bellissimo! E grazie di avermelo detto.
    Auguri auguri auguri.

    RispondiElimina
  32. Elle, quando la vita ci mette lo zampino, e alcuni film trasmettono una certa magia, l'ispirazione viene spontanea.
    Ricambio ovviamente gli auguri, e ovviamente quando sarà il momento potremo scambiarci impressioni e consigli in merito, dato che saranno praticamente coetanei!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...